Antifragilità in movimento

Antifragilità in movimento

Antifragilità in movimento propone esperienze di apprendimento multidisciplinari per persone e aziende (ovvero sistemi di persone uniti da unobiettivo comune), con l’obiettivo di far sentire le persone realizzate nel proprio contesto lavorativo e quindi più felici nella vita.

Un percorso di conoscenza delle dinamiche organizzative, movimento del corpo e psicologia, per allenarsi all’antifragilità utilizzando il corpo come strumento per l’esperienza di apprendimento.

Un viaggio di andata e ritorno in cui muovere il corpo con il Pilates e la mente con la Gestalt per fare esperienza del vedere, sentire e fare, sviluppando così una consapevolezza personale e di gruppo che allena al divenire antifragili all’incertezza.

 

Il buon viaggio per le persone che crescono e si realizzano nel contesto di riferimento.

 

Il percorso si compone di tre moduli, tre tappe necessarie per realizzarsi in un contesto portando valore come individuo e come gruppo di lavoro.

1. Focus identità

2. Non c’è due senza tra

3. Agire nell’incertezza  

 

 

Focus identità

Quando i singoli mettono a fuoco la propria identità, rendono il sistema più consapevole e viceversa. Lavorando sul singolo creiamo una consapevolezza del singolo ma a favore del gruppo. Passeremo dalla mente al corpo, con l’obiettivo di stimolare la consapevolezza di sé, acquisire confidenza in sé stessi e aumentare la chiarezza.

Approfondiremo il tema dell’autenticità in relazione all’identità individuale e del sistema azienda, aiutandoci con la visualizzazione.

 

 

Non c’è due senza tra

Le relazioni sono al centro della nostra vita che si nutre di una rete di scambi. Dopo un’introduzione al concetto di sistema e di relazione, impareremo ad ascoltare attraverso movimenti, attività espressive e role-playing che faciliteranno l’apprendimento di pratiche di comunicazione non violenta, creativa ed empatica.

Affronteremo i temi della comunicazione non-violenta, dell’ascolto di sé legato alla consapevolezza, parleremo di empatia e comunicazione.

 

 

Agire nell’incertezza

Caos e incertezza sono parte della nostra vita e a poco serve cercare di controllarle, anzi, accettandole se ne può addirittura trarre vantaggio per prosperare nel disordine trovando proprio quel senso di realizzazione che si verifica solo quando ci si riconosce nel contesto in cui si agisce. Apprenderemo modalità di flow e gestione imprevisti utilizzando i nostri occhi in un percorso di allenamento della visione (Visual Training), movimenti corporei e momenti di analisi e consulenza.

È previsto anche un test comportamentale di Antifragilità personalizzato con restituzione di un programma di allenamento.

L’Anti-Fragility Questionnaire (AFQ) è il primo test che misura il costrutto psicologico di antifragilità, ossia la capacità della persona di saper fronteggiare l’imprevedibilità e di trarre vantaggio dagli eventi negativi aumentando la qualità delle proprie prestazioni. Le caratteristiche di antifragilità permettono di sfruttare le opportunità che si nascondono nei contesti VUCA per raggiungere risultati migliori.

Il questionario misura i tratti che permettono di operare in ambienti caratterizzati da elevata velocità, cambiamento costante, trasformazione continua e complessità.

Al termine del test verrà restituito un rapporto interpretativo che permette di riconoscere le caratteristiche di antifragilità nelle sue 4 dimensioni costituenti e il potenziale inespresso su cui fondare un piano di crescita.

 

 

Contattaci per approfondire il percorso “Antifragilità in movimento”:

Scrivici su info@officinastrategia.it 

Clicca qui e scrivici su WhatsApp +39 391 3366480

 

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.